Consigli OMS – Terza parte

Gli hotel e le strutture ricettive devono rispettare delle misure specifiche.

In particolare i gestori, i direttori e i manager dovrebbero dotarsi di alcuni strumenti per gestire operativamente e monitorare la propria attività in relazione ai rischi di contagio:

  • Piano d’azione: è altamente consigliato per coloro che hanno potere decisionale di preparare un piano d’azione ben definito, in accordo con le autorità sanitarie e le indicazioni date da queste ultime, con l’obiettivo di prevenire nuovi casi, gestire in modo corretto i casi sospetti, ridurre i rischi tra gli ospiti e il personale, formalizzare tutte le procedure (iniziando dalla pulizia, sanificazione, protezione ecc…).
  • Mobilitazione di risorse: il piano d’azione, di cui al punto precedente, deve avere sufficienti risorse per essere applicato, includendo sia le attrezzature che le procedure necessarie.
  • Supervisione: l’implementazione del piano d’azione e l’effettiva efficacia delle misure messe in campo deve essere verificata e rivalutata frequentemente in base al momento, alla situazione che si riscontra a livello nazionale o locale, e all’esperienza pratica nell’utilizzo di tali misure all’interno del proprio hotel o struttura di accoglienza.
  • Registro delle azioni: il documento in cui si annoteranno le azioni importanti e le misure intraprese con sufficiente dettaglio, includendo ad esempio la data, le sanificazioni ed i prodotti usati, il personale che ha condotto le operazioni, il luogo e altri dettagli che possono essere annotati e riutilizzati in seguito per rivalutare e migliorare il proprio piano.
  • Comunicazione: la comunicazione tra il management e lo staff, le informazioni date agli ospiti sulle policy interne, devono essere quanto più rigorose e dettate da linee guida che assicurano una corretta ricezione delle informazioni importanti da parte dei diversi soggetti coinvolti. Ad esempio, tra gli strumenti di comunicazione, viene raccomandata l’affissione di documenti e poster, in diverse lingue, che indicano i punti salienti (lavaggio delle mani, igiene respiratoria, altri comportamenti da tenere all’interno della struttura ricettiva e nei vari ambienti).
  • Formazione: la formazione dello staff sulle misure adottate nella struttura è di fondamentale importanza. Viene suggerito di fare dei “breefing” periodici tra il personale e il management, che copra tutte le misure protettive, il riconoscimento di eventuali sintomi sospetti.

(Leggere il prossimo)